Bilancio consuntivo - Caltanissetta 5 stelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

M5S Caltanisetta: Bilancio Consuntivo, ognuno al proprio posto


Il bilancio consuntivo del Comune di Caltanissetta è stato approvato. Se fosse stato bocciato il Consiglio Comunale insieme alla Giunta ed al Sindaco sarebbero andati a casa.

Giovedì 6 Ottobre si è tenuto il Consiglio Comunale con unico punto all’ordine del giorno: bilancio consuntivo. Il clima in aula era teso, la minoranza appariva compatta verso la bocciatura e la maggioranza non aveva i numeri per contrastare. Dopo circa 7 ore di interventi da parte di una minoranza palesemente contraria, il consigliere di opposizione Bruzzaniti, chiede maggiori chiarimenti circa la normativa che prevede il decadimento della Giunta e del Consiglio in caso di bocciatura del bilancio, come preannunciato dal portavoce M5S  in consiglio Comunale Giovanni Magrì –“Ho chiesto il parere del Segretario Generale, il quale ha chiarito che una mancata approvazione del bilancio comportava, (interpretazione letterale della legge), la "caduta" del Consiglio e della Giunta; se l’opposizione avesse bocciato il bilancio, finalmente avremmo messo la parola fine a questa Amministrazione inconcludente”.  Il clima tra tutti i consiglieri cambia, anche la minoranza vacilla: alle 23:03 ottiene la sospensione di 10 minuti. In realtà la pausa è durata più di un’ora, durante la quale i consiglieri, nelle “stanze segrete”, si sono riuniti (tranne il pentastellato) insieme al Sindaco, che sulla scia di Richelieu, chiede ai consiglieri sia di maggioranza che minoranza di non garantire il numero legale. Magicamente in aula all’appello non tutti risultano presenti. L’opposizione ancora una volta ha fatto da stampella alla maggioranza, favorendola nel rinvio del voto; gli stessi consiglieri firmatari della mozione di sfiducia al Sindaco, tra cui il capofila Maira, alle 00:05 non sono rientrati facendo venir meno il numero legale per la votazione del bilancio.

Si conclude dunque con un nulla di fatto, nessuno andrà a casa e la notte ricompatterà le fila. Infatti al Consiglio Comunale di oggi, Venerdì 7 Ottobre alla convocazione delle 15:30 rispondono all’appello del presidente Montagnino il giusto numero per far passare il bilancio. Scampato pericolo quindi. Ma il M5S Caltanissetta non ci sta ai vecchi giochi politici di accordi e favori. “Abbiamo da subito fatto la nostra dichiarazione di voto contraria al bilancio in quanto non rispettava gli impegni presi e perché era la giusta risposta da dare alla Città” – dice il consigliere Giovanni Magrì – “bocciare il bilancio era un atto dovuto, soprattutto considerato che è stata presentata una mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco.” Il voto espresso nel Consiglio di oggi da parte dei pochi consiglieri della opposizione non rispecchia le 16 firme della mozione di sfiducia.  “E’ stata solo una farsa, non dicano alla Città che il loro è stato un atto di responsabilità, devono rispondere ai cittadini del loro operato”.

Giovanni Magrì
M5S Caltanissetta


 
Torna ai contenuti | Torna al menu