Impianto biometano - Caltanissetta 5 stelle

Vai ai contenuti
M5S Caltanissetta: Altrove impianto di biometano



Il Movimento Cinque Stelle di Caltanissetta manifesta la propria contrarietà riguardo l'allocazione in contrada Grottarossa di un impianto per la produzione di metano, mediante il trattamento degli scarti organici domestici, da agricoltura e da zootecnia, così come richiesto dalla società Enersì Sicilia.
"Ribadendo quanto già sostenuto dal nostro Portavoce all'Ars Giancarlo Cancelleri, che ha opportunamente segnalato la situazione agli assessori regionali competenti   - dice il Portavoce in Consiglio Comunale Giovanni Magrì - riteniamo che l'impianto non debba essere realizzato nel cuore di un'area agricola di qualità, come quella interessata, che rischia di essere compromessa inevitabilmente nelle sue caratteristiche peculiari.
Si trovi un sito diverso, più marginale, se non industriale".
"Purtroppo, però - continua l'esponente a cinque stelle - non abbiamo alcuna possibilità di esprimere la nostra voce in capitolo nel merito dell'iter amministrativo per l'autorizzazione dell'impianto, non avendo alcuna competenza in proposito né il Consiglio Comunale di Caltanissetta né l'Assemblea Regionale Siciliana".
"Non possiamo, quindi, fare altro - conclude Giovanni Magrì - che appellarci al buon senso degli organi chiamati a decidere, oltre che della stessa società richiedente, manifestare la nostra vicinanza ai produttori agricoli insediati nell'area e dare la nostra disponibilità a partecipare ad eventuali manifestazioni di sensibilizzazione nel senso indicato".


   Caltanissetta, 9 Marzo 2017

                                                                                                                                                                
                                                                   Movimento Cinque Stelle Caltanissetta
                                                                     Il Portavoce in Consiglio Comunale
                                                                                 Giovanni Magrì







Torna ai contenuti