Interrogazioni - Caltanissetta 5 stelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

I nostri lavori
COMUNE DI CALTANISSETTA

Interrogazione
con richiesta di risposta scritta


Richiesta di chiarimenti sulla mancata dirette radiofonica del Question Time.


Al Sindaco di Caltanissetta, Dott. Giovanni Ruvolo, Alla Presidenza del Consiglio, Dott.ssa Leyla Montagnino, Al Segretario Generale, Dott.ssa Rita Antonella Lanzalaco

Il sottoscritto Giovanni Magrì portavoce del Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle

PREMESSO

 Che con determinazione del Dirigenziale n.72 del 09/12/2014 si approvava lo schema di avviso di gara per l’affidamento del servizio di trasmissione radiofonica in diretta delle sedute del Consiglio Comunale e trascrizione scritta delle stesse con procedura negoziata ex art.125, 11° comma, del D.L.Vo 163/2006 es.m.i., e si impegnava la somma presuntiva necessaria per l’appalto in questione;
 Che il bando è stato pubblicato all’albo e sul sito di questo comune;
 Che il termine ultimo di ricevimento delle offerte è stato fissato al 15/01/2015 ore 10:00, e che tale termine è stato successivamente prorogato al 26/01/2015 per una precisazione e correzione dell’importo fissato in euro 11.500,00 oltre iva;
 Che con verbale del 16/02/2015 la gara predetta è stata provvisoriamente aggiudicata alla unica partecipante Radio Cl1 srl, la cui offerta è pervenuta nel termine utile e la cui documentazione è stata riconosciuta regolare;
 Che con determina dirigenziale n.246 del 30/03/2015 la gara è stata definitivamente aggiudicata alla “Radio Cl1” srl.

CONSIDERATO

 Che il contratto di appalto rep. N.4252 del 28/07/2015, all’art.1 prevede che il termine fissato in quindici giorni della consegna delle trascrizioni, a seguito delle previsioni di cui alla L.R. n.11 del 26/06/2015, è stato ridotto a giorni 3 dalla conclusione della seduta;
 Che il contratto di appalto rep. N.4252 del 28/07/2015 all’art.6 prevede la trasmissione in diretta radiofonica delle sedute del consiglio comunale, comprese quelle relative a “question time”;
 Che all’avviso di gara (allegato “b”) sono previste le penali di: € 200,00 per ogni seduta non trasmessa e/o trasmessa in maniera tale da non garantire la fruibilità del servizio da parte dei cittadini; di €80,00 per ogni resoconto scritto non consegnato o consegnato tardivamente.

TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO, SI INTERROGA LA S.V.
AL FINE DI CONOSCERE

1. se Codesta Amministrazione è a conoscenza dei motivi per cui non sono mai state trasmesse la dirette radiofoniche delle sedute dei Question time;
2. se Codesta Amministrazione ha già sollecitato e/o intende sollecitare la società Radio Cl1 a ripristinare il servizio;
3. se Codesta Amministrazione ha già verificato che le trascrizioni delle sedute siano state consegnate nei tempi previsti;
4. se Codesta Amministrazione intende applicare le penali previste dall’ all’avviso di gara (allegato “b”) presente nel contratto in essere.




Caltanissetta
Giovanni Magrì
M5S Caltanissetta




COMUNE DI CALTANISSETTA

Interrogazione
con richiesta di risposta scritta


Richiesta di chiarimento in merito all'attuazione della disposizione dirigenziale n. 91 del 2 luglio 2014 concernente la “Bonifica e recupero ambientale dei siti estrattivi del comprensorio di miniere di Zolfo nel distretto di CL e della miniera di Trabonella”.


Al Sig. Sindaco di Caltanissetta, Dott. Giovanni Ruvolo

I sottoscritti Giovanni Magrì e Valeria Alaimo del Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle

PREMESSO

- che le miniere rappresentano un patrimonio storico e umano della nostra comunità da dover valorizzare per la fruizione dei cittadini in chiave turistica ed antropologico-culturale;

- che gli interventi per la messa in sicurezza di emergenza del sito minerario dismesso di Trabonella sono necessari ed urgenti al fine di evitare il rischio derivante dalla presenza di materiale contenente amianto;

- che l'ordinanza n.310 del 5 dicembre 2013 relativa a “interventi di messa in sicurezza di emergenza del sito minerario dismesso Trabonella in territorio comunale di Caltanissetta limitatamente alla rimozione amianto” stanziava la cifra complessiva di 659.245,12 € iva compresa per le opere previste da suddetta ordinanza;

- che, in seguito all'interessamento della sottocommissione di studio e di indagine del fenomeno delle miniere dell'Assemblea Regionale Siciliana, con Disposizione n.91 del 2 luglio 2014 veniva individuata nel Comune di Caltanissetta la stazione appaltante dei lavori di che trattasi;

CONSIDERATO

- che in data 4 luglio 2014 il presidente della sottocommissione On. Giovanni Carlo Cancelleri incontrava il sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo alla presenza dell'Ing. Antonio D'Aquila per la relativa consegna della disposizione n.91 del 2 luglio 2014, già trasmessa dalla Regione Siciliana al Comune di Caltanissetta all'attenzione dell'Arch. Armando Amico e p.c. al Sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo in data 2 luglio 2014 con nota prot. n. 1192;

TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO, SI INTERROGA LA S.V.
AL FINE DI CONOSCERE

se l'Amministrazione abbia provveduto ad acquisire le dovute autorizzazioni e abbia predisposto il bando di gara per l'affidamento dei lavori. Nel caso in cui non siano state predisposte le misure di cui al precedente periodo, in quali tempi intende procedere.









COMUNE DI CALTANISSETTA

Interrogazione
con richiesta di risposta scritta


Al Sindaco di Caltanissetta, dott. Giovanni Ruvolo e all’Assessore Beni finanziari e patrimoniali, avv. Liborio Pastorello

Oggetto: Richiesta di chiarimento in merito al pagamento della TARI per gli immobili di proprietà del Comune di Caltanissetta e per i luoghi di culto nel territorio comunale.

Il sottoscritto Giovanni Magrì del Movimento Cinque Stelle, premette:

-che la TARI è una tassa dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani;
-che ai fini dell'attività di accertamento, il Comune, per le unità immobiliari ordinarie iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano, considera, come superficie assoggettabile alla TARI, quella pari all'80% della superficie catastale, determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n.138;
- che un eventuale mancato pagamento della TARI riguardante gli immobili di proprietà del Comune, e dei luoghi di culto, verrebbe rispalmata, ingiustamente, sui cittadini con conseguente aumento della tariffa.
Considerato
-che, da fonte pubblica, abbiamo appreso che l’Amministrazione comunale possiede 148 immobili, più altri dati in affitto o in comodato d’uso.

Tutto quanto premesso e considerato si interroga il Sindaco

- se in ottemperanza al dettato normativo della legge di ché trattasi, l’Amministrazione comunale inserisce nel bilancio di previsione un capitolo riguardante il pagamento della TARI per i propri immobili;
- se le parrocchie e i luoghi di culto ricadenti nel territorio del nostro Comune pagano, nella giusta misura, la TARI .

Caltanissetta 2 novembre 2015
Giovanni Magrì
Movimento Cinque Stelle Caltanissetta






 
Torna ai contenuti | Torna al menu